Cenerentola ha aperto un Bed&Breakfast

La guerra tra i sessi è finita e noi abbiamo vinto. Il campo di battaglia è ancora fumante tra i cadaveri di qualche velina mezza nuda e una moltitudine di uomini che non sapevano cucinare. Eccoci nell’aggiornata versione di mondo 2.0: audaci signore pronte a tutto e tutti. Quello che vogliamo ce lo prendiamo. Un nutrito portafoglio azioni, il dolby sorround nella doccia, suv per la montagna, decapottabile per la città, smart tv convessa, un paio di fucili da caccia, una selezione di cubani sempre a disposizione, uomini non sigari.  Donne, insomma, nuove. Indipendenti. Ma soprattutto coraggiose, sempre pronte a difendersi con lo scudo dell’emancipazione dalla misoginia ancora disseminata per il mondo. La nostra Cenerentola, per esempio, avrebbe avuto le scarpe del numero giusto.  Sarebbe andata al ballo, avrebbe sfruttato l’open bar, flirtato con qualche conte e finalmente buttato una delle due sorelle tra le braccia del principe azzurro, sbarazzandosi in un colpo solo di tutti e 3 gli accolli acquisiti dal matrimonio del povero padre. Nella sua casa dunque, la bella Cenerentola, avrebbe aperto un Bed & Breakfast,  che con astuta mossa di marketing avrebbe chiamato “Ex casa della Regina”. Manodopera canterina sottopagata. Tasse per l’imprenditoria giovanile agevolate. E via.

E la dolce Biancaneve? La dolce Biancaneve si sarebbe fermata a dormire nel folto del bosco in una casa con sette nani che lavoravano tutto il giorno in miniera? Sarebbe quindi rimasta per pulire la loro casa? Avrebbe accettato del cibo da una donna sospetta che aveva violato il suo domicilio?

Passiamo ad Ariel, quando una grassa, malfidata, esiliata piovra le chiede la sua voce, la principessa decide di prendere alla lettera il detto “chi non ha cervello abbia gambe”. Rinuncia a capelli voluminosi e bikini per il suo principe marinaio.

La migliore fu in ogni caso Pocahontas. Ottima posizione sociale, terre sterminate,  padre che approva fidanzato tatuato e con la coda. No. Lei s’invaghisce del biondo americano che arriva con la barca.

Il minimo comun denominatore di tutte queste storie, in verità, è che le amatissime sopracitate signore, s’innamorano dei loro principi dopo averli visti per una manciata di minuti al massimo. Una vecchia e romanzata versione degli speed date, con aggiunta di cavalli, mantelli e inopportune dichiarazioni di vero amore. Non sono classici d’animazione. Questi sono classici punto e basta. Ma la guerra tra i sessi è finita? E noi,  abbiamo vinto?

Annunci

6 thoughts on “Cenerentola ha aperto un Bed&Breakfast

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...